Cosa vedere a Carpi

pubblicato in: LUOGHI DA VISITARE | 0

La bella cittadina di Carpi offre molte cose da visitare, quasi tutte concentrate nel cuore pulsante della città, il Centro Storico, zona pedonale, ricco di fascino, con tanti negozi, caffetterie e luoghi di svago.

Cominciamo da Piazza Garibaldi, dove inizia la zona pedonale e prosegue su corso Alberto Pio, lungo viale pedonale con negozi e negozietti su entrambi i lati, per sfociare poi sulla grande piazza, da sempre punto focale del commercio carpigiano, chiamata Piazza Martiri, seconda per grandezza in tutta Europa.

Giù in fondo troneggia il Duomo di Carpi, cattedrale manierista dedicata a Santa Maria Assunta, restaurata e rimessa  nuovo dopo il terremoto del 2012, dall’interno magnifico, tutto da ammirare.

A sinistra il lungo porticato e il Portico del Grano che ospitano negozi di tutti i tipi e caffetterie accoglienti per uno shopping Made in Italy sfrenato o una bella passeggiata sotto le arcate dipinte del portico, dove, in primavera, nidificano le rondini.

Sul lato destro si trova il bel castello rinascimentale, Palazzo dei Pio, con la torre dell’orologio, che si affaccia sulla piazza in tutta la sua imponenza e che al suo interno ospita il Museo Monumento al Deportato, il Museo della Città, il Museo del Palazzo e il Castello dei Ragazzi destinato al pubblico da 0-16 anni.

Dietro, nel piazzale del castello, si trova la pieve di Santa Maria, detta anche La Sagra, chiesetta di epoca longobarda dall’altissimo campanile visitabile.

La Biblioteca multimediale Arturo Loria, sempre dietro al castello, con le vaste sezioni libri, audio e video, l’auditorium e la caffetteria annessi e i tanti eventi culturali organizzati.

Non dimentichiamo il Teatro Comunale di stile neoclassico, situato tra il castello e la sede del Municipio di Carpi,  dal ricco programma sempre interessante.

Palazzo Foresti coi suoi bellissimi ambienti e le mostre organizzate all’interno.

Degne di nota sono anche le chiese di: Santa Chiara che ospita le Clarisse, suore d clausura, quella di Sant’Ignazio di Loyola, sede dl Museo Diocesano di Carpi, quella del Santissimo Crocefisso, detta del Cristo o dell’Adorazione Perpetua, quella patronale di San Bernardino da Siena, quella di San Francesco d’Assisi e il tempio monumentale di San Nicolò.

In fine, la Sinagoga con pregevoli architetture ed arredi.